ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Bergamo, Cappella Colleoni

Visita virtualeVisita virtuale
MappaBergamo, Cappella Colleoni

Nel 1472 Bartolomeo Colleoni, grande condottiero e capitano della Repubblica di Venezia, fece demolire la sacrestia vecchia di Santa Maria Maggiore, per far posto alla sua fastosa cappella-mausoleo. Giovanni Antonio Amadeo (Pavia, 1447-Milano, 1522; architetto del Duomo di Milano e della Certosa di Pavia) fu incaricato dell'impresa. I lavori durarono fino al 1476 (XV sec.).
Ad una struttura tipicamente rinascimentale, la cappella unisce elementi di gusto romanico, medioevale e gotico, secondo modalità squisitamente decorative, sottolineate dall'utilizzo dei marmi policromi, in linea con i canoni espressivi tipici dell'Amadeo. L'interno unisce agli interventi dell'Amadeo alcune pregevoli opere del '700. Sono dell'architetto lombardo la Tomba del Colleoni, in forme gotiche reinterpretate in linguaggio rinascimentale (una curiosità: fino al 1969 si pensava che la tomba fosse vuota e si cercava di scovare dove in realtà fossero state poste le sue ossa, finché, in quell'anno, il mistero si risolse con il loro ritrovamento in un sottofondo della tomba); e la Tomba di Medea Colleoni, figlia di Bartolomeo, morta nel 1470. Del XVIII sec. sono, invece, gli affreschi di G.B.Tiepolo, che ornano le lunette (episodi della vita di Gesu' e "Decollazione del Battista") e i pennacchi (Fortezza, Giustizia, Carità e Fede) della cupola.

Informazioni

Comune: Bergamo

Nei dintorni (in linea d'aria)