ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Bergamo, Val Cavallina

MappaBergamo, Val Cavallina

La Valcavallina costituisce la via di comunicazione piu' importante frala Bergamasca e la Valcamonica. La trafficata statale che percorre la valle, dopo aver superatoSeriate e Trescore, s'insinua fra le prime montagne seguendo il corsodel fiume Cherio. Lasciato sulla destra il colle San Fermo, si giunge inbreve all'inizio del Lago d'Endine, cuore ed emblema della Valcavallina.Oltrepassato il lago, s'incontra il comune di Endine Gaiano nel cui territorio sorge anche ilpiccolissimo laghetto di Piangaiano. Un itinerario in Val Cavallina, magari in bicicletta, può dunque rappresentareuna piacevole vacanza per conoscere la tranquillità e la varietàdella bassa montagna, arricchita dalle comodità turistichetipicamente lacuali e dal clima ospitale. Le zone della Valcavallina e del Sebino comprendono numerose aree protette tra cui le piu' importanti sono la Valle del Freddo e la Riserva Naturale Regionale della Valpredina.Istituita nel 1985, la Riserva della Valpredina si estende all'interno del territorio del comune di Cenate Sopra di cuiValpredina è una frazione. La valle è caratterizzata dal tipico paesaggio delle prealpibergamasche, luogo in cui avviene la transizione fral'ambiente della pianura e l'area alpina propriamente detta.L'equilibrio tra spazio naturale e intervento dell'uomo si ritrova nell'estensione di piani terrazzati e coltivati alternati aripidi pendii boschivi.Innumerevoli le specie faunistiche soprattutto ornitiche tra cui spicca ilrigogolo e il gufo comune. Sonopresenti numerosi roditori, il riccio, la puzzola, la faina e il tasso.Tra i rettili e gli anfibi sono presenti il tritone crestato e soprattutto lasalamandra pezzata, simbolo della Riserva.Un'altra area di interesse naturalistico è la Valle dell'Acqua, una valle laterale della Valcavallina che si trova nell'abitato di Luzzana. E' delimitata da rilievi quali il monte Pranzà a nord (m 1099), la Cima Corna Clima a nord-ovest (m 855), il Pizzo Casgnola a sud (m 790). L'aspetto piu' caratteristico e suggestivo di questa zona è formato dal letto del torrente Bragazzo che percorre la valle per circa 3 km formando cascatelle, numerosi salti d'acqua, buche e affossamenti, contrapposte depositi calcareo travertinosi.La valle si presenta per buona parte ricoperta da aree boschive, a tratti fitte e impenetrabili, ricche di carpini, rovelle, ginepri, ornielli e aceri di monte. Dal periodo primaverile all'inizio dell'estate si possono osservare nelle radure diverse orchidee nostrane e liliacee, quali l'asfodelo montano e il giglio rosso e nei luoghi piu' umidi, tra le felci, la caratteristica scolopendra. Spostandosi verso l'Alto Sebino, lungo la costa che divide lapiana di Gaiano dalla sponda bergamasca del lago d'Iseo, si trova la Riserva Naturale Orientata Valle del Freddo. Istituita nel 1985, si trova nel territorio comunale di Solto Collina. Si tratta di una particolarissima struttura geo-morfologica che sicaratterizza per la tipicità del suo microclima. Le emissioni diaria fredda che vengono dalle "buche del freddo" consentono chea 400 m si produca un'anomala condizione climaticaevidenziata dalla presenza di flora alpina quale il Rododendro, laGenziana e la Stella Alpina.Nel Basso Sebino e nell'area intorno al Monte Bronzone, nel comune di Sarnico si trovail Parco dell'Oglio Nord che comprende il tratto del fiume che va dallosbocco dal lago d'Iseo fino a Binanuova, in provincia di Cremona.Il percorso, a monte del fiume, si svolge prevalentemente in un lettomolto profondo tra sponde terrazzate.La vegetazione ha conservato in alcuni puntiil suo aspetto originario con alberi quali l'ontano, il salice,l'olmo, il pioppo e la tipica flora delle zone di palude (canneti e di arbusti fluviali).

Informazioni

Comune: Bergamo

Nei dintorni (in linea d'aria)