ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Bergamo, Val di Scalve

MappaBergamo, Val di Scalve

Chiusa fra i gruppi montuosi della Presolana, del monte Gleno e del Pizzo Camino, la Valle di Scalve, la piu' lontana da Bergamo, ha sempre rappresentato un luogo suggestivo e isolato. Le uniche vie d'accesso sono ancora oggi costituite dal Passo dellaPresolana, dal passo del Vivione e dalla Via Mala, una strada scavata nella roccia tra orridi e precipizi nel 1862.Se Dezzo, Colere, Vilminore e Schilpario sono oggi riconosciute località turistiche, in passato la Valle di Scalve ha legato la sua fama alla vasta attività estrattiva e mineraria che si svolgeva sulle pendici che chiudono la conca. Il territorio scalvino è affascinante: poco popolato, i paesi sparsi e isolati tra loro, praterie estese, grandi spazi di bosco, vette di perfetto carattere dolomitico. Ambiente ideale per escursionisti, alpinisti e per appassionati degli sport invernali, con le piste da discesa a Colere e il grande anello per il fondo nella pineta di Schilpario. D'estate e d'inverno ogni turista può trovarvi le risposte alle proprie esigenze di relax, d'avventura e di conoscenza. Rispetto alle altre stazioni invernali la valle offre in piu' la solitaria bellezza di cime incantate come la parete nord della Presolana. Grandiosa montagna di evidente richiamo dolomitico, il Pizzo della Presolana (m 2521), divide la conca di Scalve dalla zona di Castione della Presolana. Il Pizzo Camino (m 2491) sovrasta a sud l'abitatodi Schilpario e domina a nord il paese di Borno nel bresciano. Infine, il Monte Gleno (m 2882) vetta notissima e molto frequentata soprattutto dalla sponda seriana, chiude ad oriente la conca del Barbellino. La vetta, composta da due sommità, si trova all'incrocio di tre importanti bacini idrografici:quello dell'Adda, del Serio e Gleno (tributario del Dezzo). La Riserva Naturale Boschi del Giovetto si trova in località Azzone ed è collocata all'estremità orientale delle Alpi Orobie. E' facilmente accessibile da Azzone, Dosso e Croce di Salven. La Riserva è caratterizzata da almeno tre tipi di vegetazione: i boschi, i cespuglieti e le praterie. E' l'unica zona protetta in Italia a difesa della formica "rufa" importante per la funzione di conservazione dell'equilibrio dell'ecosistema forestale.

Informazioni

Comune: Bergamo

Nei dintorni (in linea d'aria)