ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Cantù, Basilica di San Vincenzo in Galliano

MappaCantù, Basilica di San Vincenzo in Galliano

Alla periferia di Cantù sorge il nucleo ecclesiale di Galliano, costituito dalla Basilica di San Vincenzo e dal Battistero di San Giovanni. Secondo la leggenda la basilica fu costruita sulle rovine di un antico tempio pagano attorno al VI° secolo d.C., tuttavia la prima documentazione certa dell’esistenza della chiesa è quella relativa alla sua consacrazione nelle forme attuali avvenuta nell’XI° secolo quando ne era custode Ariberto da Intimiano, futuro vescovo di Milano che ne curò anche l’ampliamento e l’abbellimento. A lui si deve infatti il ciclo di affreschi sulle pareti della navata della chiesa di San Vincenzo che, seppure parzialmente deteriorato, rappresenta uno dei migliori cicli pittorici dell’epoca presenti nell’ Italia settentrionale. Nei secoli successivi la basilica venne progressivamente abbandonata tanto da essere addirittura sconsacrata e, nel corso dell’ottocento, trasformata in casa colonica. In tempi recenti accurati restauri hanno riportato l’edificio all’antico splendore. L’interno presenta un presbiterio sopraelevato sotto il quale è conservata l’antica cripta. L’abside è affrescata con una magnifica “Maestà del Cristo, tra Santi, Profeti e Arcangeli” e, nella zona inferiore, con episodi della vita di San Vincenzo. Gli affreschi della parete destra della navata raccontano, seppur in modo lacunoso, le storie di Sansone e San Cristoforo.
Il Battistero, situato a destra di San Vincenzo è un complesso edificio probabilmente costruito nell’XI° secolo preceduto da un pronao di edificazione successiva, ed è sormontato da un tiburio ottagonale. La pianta è a croce greca completata da quattro emicicli e conserva al centro la vasca battesimale ricavata da una grossa macina di epoca romana, per il rito battesimale ad immersione.

Informazioni

Comune: Cantù

Nei dintorni (in linea d'aria)