ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Da Sirmione a Limone, la riva lombarda del Garda

Visita virtualeVisita virtuale
MappaDa Sirmione a Limone, la riva lombarda del Garda

Si entra a Sirmione, perla del Lago di Garda, dalla splendida Rocca Scaligera del XIII secolo, rimaneggiata dai veneziani nella prima metà del Quattrocento. Le sue mura racchiudono un raro caso di darsena medievale fortificata. Attraversato il paese, si giunge all’estremità della penisola omonima. Qui si ammirano i resti della villa romana, nota come Grotte di Catullo, comprendenti il Museo Archeologico. La sponda bresciana del lago si sviluppa ad ovest, verso Desenzano, cittadina turistica di 25000 abitanti. Il suo nome deriva da Decentius, il proprietario di un’altra villa romana di cui, in via Crocefisso, si ammirano gli scavi. A pochi chilometri sorge la Rocca di Lonato, mirabile esempio di fortezza medievale d’epoca viscontea e, successivamente, veneta. Al suo interno la Fondazione Ugo da Como si occupa delle collezioni storiche, artistiche e librarie, appartenute al podestà. Seguendo la litoranea verso nord si giunge a Padenghe. Il paese è protetto dal più antico castello della Valtenesi, costruito fra il IX e il X secolo su preesistenze romane. Non lontano, nell’entroterra, si giunge al quasi coevo Castello di Soiano, ottimamente conservato. Posto su un’altura, era visivamente collegato a quelli di Padenghe, Polpenazze, Moniga e alla Rocca di Manerba del Garda. Quest’ultima è al centro di un’oasi naturale di rara bellezza. Sul promontorio roccioso sono visibili i resti delle fondamenta del Castello, abbattuto nel 1573 dal Provveditore Veneto. Poco più a nord, di fronte a San Felice del Benaco, si può approdare all’Isola del Garda. Vi si ammira la villa neogotica progettata da Luigi Rovelli ai primi del ‘900. Proseguendo sulla terraferma si raggiunge Salò, sede della Repubblica Sociale Italiana fra il 1943 e il 1945, oggi rinomata località turistica. A pochi chilometri c’è Gardone Riviera, dove è visitabile la ricca residenza di Gabriele D’Annunzio, il Vittoriale degli Italiani. Si tratta di un complesso monumentale che raccoglie opere e memorie del vate, su un’estensione di circa nove ettari di collina. La tappa successiva è Toscolano Maderno, doppia località divisa dal fiume Toscolano. Si affaccia sulla statale, a Maderno, la chiesa romanica di S. Andrea, del XII secolo. A circa 7 km c’è Gargnano, paese adagiato fra ulivi e limonaie, al centro del Parco Naturale Regionale dell’Alto Garda Bresciano, istituito nel 1989. Percorrendo una strada tortuosa si arriva a Tignale, comune costituito da caratteristiche frazioni a picco sul Garda. In località Pravione si trova il Museo del Parco Alto Garda Bresciano. Fa parte del parco anche Tremosine, area anch’essa formata da più frazioni a diverse quote, affacciate sul lago. Il percorso termina quindi a Limone sul Garda, paese pittoresco in cui, come ricorda il nome, sorgono le limonaie più settentrionali d’Italia.

Nei dintorni (in linea d'aria)