ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Litoranea del Lago di Lecco

Visita virtualeVisita virtuale
MappaLitoranea del Lago di Lecco

Si entra a Lecco oltrepassando il ponte sull’Adda voluto da Azzone Visconti nel Trecento e proseguendo fino a Villa Manzoni, casa di vacanza del poeta e scrittore, dall’infanzia alla giovinezza. Fatta erigere nel XVIII secolo, è oggi sede della sezione artistica e storico-documentaria dei Musei Civici. Proseguendo per circa 800 metri in direzione nord, si giunge a Palazzo Belgiojoso, nel rione di Castello. Si tratta del pregevole edificio tardo-settecentesco che ospita il Museo Archeologico, quello di Scienze Naturali e il Planetario. Seguendo Corso Matteotti fino al lago, si entra in Piazza XX Settembre, il cuore della città. Sovrasta la piazza la Torre Viscontea, unica parte del castello del XIV secolo sopravvissuta agli abbattimenti di fine Settecento. Seguendo il Lungolario verso nord si esce da Lecco e si può percorrere l’antico Sentiero del Viandante, di origini romane, che collegava Milano alla Svizzera. Il tracciato è infatti ancora praticabile per 45 km, a partire da Abbadia Lariana, dove è possibile visitare il Civico Museo Setificio Monti. Il primo paese che si incontra proseguendo è Mandello del Lario, sede del Museo Moto Guzzi e della storica fabbrica di motociclette. Più avanti, poco prima di entrare a Varenna, sorge Villa Monastero. La casa museo in stile eclettico è il risultato di numerosi interventi operati su un antico monastero cistercense del XIII secolo. Oltre ai sontuosi interni è molto apprezzato lo splendido giardino. Seguendo la litoranea si giunge quindi a Bellano. Qui si può affrontare l’Orrido, una gola naturale creata dalle acque del fiume Pioverna, percorribile in mezz’ora attraverso un sentiero attrezzato. Prima di raggiungere Colico, sulla collina di Olgiasca, si trova l’Abbazia di Piona, in stile romanico lombardo, con lo splendido chiostro benedettino del XIII secolo. Ci troviamo all’estremità settentrionale del Lago di Como, dove il Forte Montecchio domina le sponde e i valichi alpini. La struttura difensiva, costruita fra il 1911 e il 1914 sull’altura a nord di Colico, è ancora intatta in ogni dettaglio.

Nei dintorni (in linea d'aria)