ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Medole, Chiesa dell'Assunzione della Beata Vergine Maria

MappaMedole, Chiesa dell'Assunzione della Beata Vergine Maria

La Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Assunta sorge su un dosso naturale al centro di Medole, un grazioso centro segnato da un'edilizia di carattere barocco che si esprime in una serie di interessanti portali in marmo bianco, a disegni fortemente differenziati, preziosi ornamenti di modeste facciate. La parrocchiale è un'elegante espressione barocca con reminiscenze tardo-rinascimentali eretta attorno nel sec. XVIII (1750). Il campanile risale alla prima metà del XVII sec., mentre la gradinata d'accesso è stata ricostruita nel 1950.
L'interno, a 3 navate, divise da colonne in marmo, tutte ornate di stucchi, ospita altari barocchi in marmo, confessionali e pulpito in legno intagliato. Conserva 2 grandi opere d'arte: una Pala del Tiziano, "Il Risorto che appare alla Madre" al centro dell'abside sopra il coro e un gruppo statuario della Deposizione, nel Battistero. La Pala del Tiziano fu dipinta dal grande pittore veneto in tarda età e sembra l'abbia donata alla Chiesa di Medole nel 1544. Da allora vi è sempre rimasta. Gli abitanti del villaggio riuscirono a sottrarla alle razzie napoleoniche seppellendola nella parrocchiale. Ritornò alla luce nel 1816. Venne rubata da ladri rimasti ignoti nel 1968 e ritrovata dopo appena 15 giorni. In seguito al lavoro di restauro venne restituita alla chiesa, dove domina l'abside, dietro l'altare maggiore (in marmo policromo intarsiato). La Pala è un'opera di notevole prestigio eseguita da un artista che non per nulla era a suo tempo conteso da imperatori, papi e signori. Il Gruppo statuario della Deposizione si compone di 8 figure in terracotta policroma a grandezza quasi naturale attribuite a Guido Mazzoni (detto il Paganino o Modanino, 1450-1518 circa, scultore che realizzò numerose raffigurazioni del "Compianto sul Cristo morto"). L'opera è un chiarissimo esempio di realismo popolare e si rifà a schemi di altre contemporanee analoghe rappresentazioni. Non si sa se la disposizione delle statue intorno all'esangue figura del Cristo morto, sia quella originale dati i vari spostamenti che l'opera ha subito.

Informazioni

Comune: Medole
Telefono: 0376 868155

Nei dintorni (in linea d'aria)