ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Milano, Il centro della grande Milano

Visita virtualeVisita virtuale
MappaMilano, Il centro della grande Milano

Entriamo in Milano dall’Arco della Pace (1807-1838), porta della città napoleonica che chiude Corso Sempione e apre sull’omonimo parco. Iniziata nel 1807 da Luigi Cagnola, la sua costruzione è terminata nel 1838 per volere di Ferdinando I d’Austria. E’ un ingresso nel verde che si estende fino al Castello Sforzesco, la fortezza del XIV secolo su cui svetta la Torre del Filarete. Ad ovest, in Corso Magenta, merita una visita Santa Maria delle Grazie. La chiesa del XV secolo è infatti patrimonio dell’Unesco e conserva, nell’attiguo refettorio, il famoso Cenacolo di Leonardo da Vinci. Non è lontano il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, dedicato proprio a Leonardo, genio del Rinascimento. Dal museo, percorrendo via San Vittore, si raggiunge la Basilica di Sant’Ambrogio, patrono della città. L’aspetto attuale è un capolavoro dell’architettura romanica dell’XI secolo, ma la sua fondazione risale al 379. Ritornando in Corso Magenta, si trova il Civico Museo Archeologico che ingloba una torre poligonale e un tratto delle mura difensive del IV secolo. Percorrendo via Meravigli e via Dante, prima di immettersi in Piazza Duomo, si incontra il duecentesco Palazzo della Ragione, nella medievale Piazza dei Mercanti. L’impianto romanico è tipico del broletto lombardo, con base a loggiato e ampio salone al piano nobile. Nei pressi, in Piazza Pio XI, è visitabile la Pinacoteca Ambrosiana, con notevoli opere di artisti quali Caravaggio, Leonardo, Raffaello e Tiziano. A pochi passi si apre la grande piazza con la splendida facciata del Duomo, esempio unico in Italia di cattedrale in stile gotico internazionale. La sua lunga edificazione iniziò nel 1386 per concludersi nel XIX secolo. La famosa Madonnina svetta sulla guglia maggiore, ad una quota di circa 108 metri. Il Museo del Duomo ha il suo ingresso sul lato sud della piazza, accanto al Palazzo Reale. Quest’ultimo deve il suo aspetto neoclassico all’architetto Giuseppe Piermarini. Attraversando Piazza Duomo si entra nella splendida Galleria Vittorio Emanuele che conduce fino a Piazza della Scala. Qui si trova Palazzo Marino, oggi sede dell’amministrazione comunale, fatto erigere a metà del Cinquecento su progetto di Galeazzo Alessi. Di fronte sorge il famoso Teatro alla Scala, tempio della lirica, progettato dal Piermarini e inaugurato nel 1778. La recente ristrutturazione è stata affidata a Mario Botta. Nella zona a nord si possono visitare il Museo Poldi Pezzoli, con opere di inestimabile valore di artisti italiani del Quattrocento, e la Pinacoteca di Brera, con la sua ricca collezione, famosa in tutto il mondo. Scendendo invece verso sud si incontra Santa Maria presso San Satiro, attribuita al Bramante, con lo splendido sfondato architettonico del XV secolo. Si giunge quindi al Parco delle Basiliche, il quartiere verso Porta Ticinese in cui si ammira la Basilica di San Lorenzo Maggiore e, poco lontano, quella di Sant’Eustorgio, entrambe fondate nel IV secolo. Poco più a sud si apre la Darsena e la caratteristica zona dei Navigli, con i suoi locali e ristoranti tipici. Spostandosi quasi di un chilometro a nord est, nei pressi dell’Università degli Studi, sorge San Nazaro Maggiore, chiesa di origini paleocristiane edificata nel IV secolo, preceduta dalla rinascimentale Cappella Trivulzio. Proseguendo nella stessa direzione, si raggiunge la Villa Reale o Villa Belgiojoso Bonaparte, in via Palestro. Si tratta di uno splendido esempio di palazzo neoclassico del XIX secolo, opera dell’architetto Pollack. Da piazza Repubblica si imbocca il viale verso nord fino alla Stazione Centrale. La protegge il Grattacielo Pirelli, opera modernista di Gio Ponti e Pierluigi Nervi. I suoi 127 metri l’hanno reso il simbolo della rinascita economica nella Milano degli anni Cinquanta.

Informazioni

Comune: Milano

Nei dintorni (in linea d'aria)