ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Boffalora sopra Ticino

Visita virtualeVisita virtuale
MappaBoffalora sopra Ticino

Accanto a Magenta, Boffalora è una piccola perla acquorea attorno al suo ponte sul Naviglio Grande, in assoluto uno dei luoghi più coinvolgenti del Sud-ovest milanese. È attorno al ponte che gravita ogni cosa: il cippo in memoria della battaglia di Magenta, il portico con la targa che ricorda la donazione del feudo ai Certosini di Pavia – nel 1396, da parte di Gian Galeazzo Visconti – e la lapide del partigiano Ernesto Trezzi. Il Ponte sul Naviglio, solida fabbrica in pietra a due arcate del 1603, corrisponde alla piazza 4 Giugno, con il Municipio, e allo storico punto di approdo del barcone che faceva la spola con la Darsena di Milano lungo una quarantina di chilometri di via d’acqua. Pochi passi sopra la sponda orientale del Naviglio – si sale dal portico, con capitelli simili a quelli della Certosa di Pavia – sta la parrocchiale di Santa Maria della Neve. Conserva all’interno tele con Storie di San Francesco dipinte dai Fiamminghini. Nella parte alta del paese, le vecchie tradizioni residenziali di Boffalora sono testimoniate dalla sette-ottocentesca Villa Calderari, donata nel 1938 alla parrocchia e attualmente utilizzata come scuola materna e oratori. Alla sponda occidentale del Naviglio l’abitato si dirada, in un paesaggio naturale verso il Ticino. Qui su una collinetta sorge la Villa Giulini, di origini settecentesche ma ricostruita.

Informazioni

Comune: Boffalora sopra Ticino

Nei dintorni (in linea d'aria)