ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Milano, Duomo

Visita virtualeVisita virtuale
MappaMilano, Duomo

E' sul suolo consacrato da più di mille anni al culto cristiano che dal 1386 il Duomo affonda le proprie radici storiche, spirituali e architettoniche.
La nuova cattedrale venne avviata, per iniziativa dell'arcivescovo Antonio da Saluzzo e con il consenso del signore di Milano, Gian Galeazzo Visconti, secondo i criteri costruttivi del gotico padano in cotto, ma su un progetto planimetrico grandioso, quale è giunto a noi. A questa fase iniziale risalgono buona parte della sacrestia settentrionale, del muro semiottagonale dell'abside e dell'impianto murario della sacrestia meridionale.
Nell'anno successivo il Visconti determinò il nuovo assetto stilistico-costruttivo del Duomo, assegnandogli quella specificità e unicità che lo avrebbe portato ad essere lo status symbol della propria Signoria.
Per ottenere questo risultato, Gian Galeazzo il 16 ottobre 1387 costituì la Veneranda Fabbrica del Duomo, dandole un regolamento-statuto che le consentisse di provvedere alla raccolta delle ingenti risorse umane e finanziarie richieste dalla progettazione e dall'esecuzione delle opere strutturali, artistiche e decorative della nuova cattedrale.
Gian Galeazzo Visconti si ispirò al maturo gotico internazionale stupendamente fiorito, in particolare lungo la valle del Reno (Colonia e Strasburgo).
La Fabbrica con i propri ingegneri e architetti, tra i quali significativa fu la presenza dei Maestri Campionesi, dovette riprogettare la cattedrale secondo gli stilemi di quel gotico, ma conservando il già costruito e la disposizione planimetrica prevista e attuata nella sua parte più determinante, quella absidale.
E poiché il gotico importato non consentiva l'uso del cotto sia per l'altezza vertiginosa delle strutture sia per il ricco arredo scultoreo, il Visconti mise a disposizione della Fabbrica una cava di marmo assai prezioso: la vena marmorea bianco-rosata che si trova nella bassa Valdossola, a Candoglia.
Alla Fabbrica l'onere dell'escavazione e del trasporto a Milano per via d'acqua, lungo il Toce, il lago Maggiore, il Ticino, il Ticinello e il Naviglio Grande, fino alla darsena di porta Genova.
Il Duomo non è il frutto di un unico progettista, ma di una équipe cui parteciparono architetti, ingegneri, scultori, pittori e capimastri italiani e stranieri.
Dal 1387 e per una quarantina d'anni, il suo cantiere richiamò centinaia di scultori e scalpellini, carpentieri e fabbri da tutta l'Europa continentale, tanto che il cantiere del Duomo divenne l'obbligato crocevia tra culture, esperienze, sensibilità, linguaggi diversi e l'operoso e vivace crogiolo nel quale si espresse il singolare gotico della cattedrale milanese.

Informazioni

Sito Internet: http://www.duomomilano.it/
Indirizzo: Piazza del Duomo
Comune: Milano
CAP: 20121
Telefono: +39 0286463456

Nei dintorni (in linea d'aria)

Galleria