ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Milano, Palazzo Della Ragione - Broletto Nuovo

Visita virtualeVisita virtuale
MappaMilano, Palazzo Della Ragione - Broletto Nuovo

Eretto nel 1228 (sec. XIII) dal podestà del tempo, Oldrardo da Tresseno, costituisce il piu' antico e importante esemplare di architettura civile milanese dell'età romanica.
"Broletto" è diminutivo di "brolo", che nell'alto medioevo significava un prato alberato dove l'arcivescovo-signore esercitava la giustizia dopo che, scemato il potere regio, la stessa non veniva piu' esercitata nell'antica corte longobarda. A Milano quel "prato", che era un po' il simbolo della signoria episcopale, si diceva Broletto Vecchio e verrà in seguito prescelto dai cittadini del Libero Comune che vi erigeranno una costruzione a forma di loggia (Consoleria) per le loro ordinanze. Così il Broletus Archiepiscopi si trasforma in Broletus Consulatus, cioè della Consoleria. Solo piu' tardi tale palazzo riceverà il nome che prima contrassegnava il prato: Broletto Nuovo, o Palazzo della Ragione, in sostituzione di quello Vecchio che sorgeva presso l'odierna piazza Reale. Gli uffici amministrativi di Milano continuarono ad essere accolti nel Broletto Nuovo fino al 1786, anno in cui il comune fu trasferito nel Palazzo del Carmagnola, divenuto così il Broletto Nuovissimo.
Edificio rettangolare in laterizio, costituito inferiormente da due lunghe navi, delimitate da archi a tutto tondo, fuorché quelli esterni ogivali, su massicci pilastri di pietra. La fronte principale reca in una nicchia un altorilievo tardoromanico che raffigura il fondatore del palazzo e podestà Oldrardo da Tresseno, a cavallo, attribuito a B. Antelami (1150-1230 ca). E' questa la statua equestre piu' antica che si può attribuire al Medioevo. Il piano superiore è adorno di grandi finestre trifore, incorniciate di cotto. Si accede all'interno da un calvalcavia in pietra sul lato ovest. E' formato da un unico immenso salone, detto Salone della Ragione, un tempo coperto da soffitto a capriate e decorato da affreschi di cui non restano che labili tracce.

Informazioni

Indirizzo: Via Dei Mercanti
Comune: Milano
CAP: 20121

Nei dintorni (in linea d'aria)