ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Milano, Pinacoteca Ambrosiana

MappaMilano, Pinacoteca Ambrosiana

La Pinacoteca Ambrosiana trae origine dalla donazione di numerosi dipinti e disegni (1618) da parte del Cardinale Federico Borromeo, nelle cui intenzioni essi dovevano servire soprattutto come materiale didattico a servizio dall'Accademia di Belle Arti fondata nel 1621 a fianco della Biblioteca. Dopo il 1966 la Pinacoteca fu riordinata in 14 sale.
Dipinti e sculture sono esposti secondo un ordine cronologico che va dal Trecento al primo Ottocento neoclassico. Tra le opere piu' significative all'interno vi sono "La Canestra" di Caravaggio (FOTO), un dittico d'avorio di Lippo Vanni, trecentista senese; la "Madonna del Baldacchino" del Botticelli; il "Cristo morto" di Andrea Mantegna; le tavole del Bergognone (fra le quali la grande pala proveniente dalla chiesa pavese di S. Pietro in Ciel D'Oro); i quadretti di Giovanni Brueghel de Velours. Due sale accolgono le opere del Bramantino e di tutti i leonardeschi, dal Luini ai minori. In un'altra grande sala si trova il cartone dell'affresco della "Scuola di Atene" di Raffaello, per la sala della Segnatura del Vaticano. Vi sono inoltre dipinti dello Schiavoni, del Moroni, di Jacopo Bassano, di G. B. Tiepolo, e l'"Adorazione dei Magi" di Tiziano.

Informazioni

Indirizzo: Piazza Pio XI
Comune: Milano

Nei dintorni (in linea d'aria)