ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Tesori di Monza

Visita virtualeVisita virtuale
MappaTesori di Monza

Rinomata attrattiva di Monza, capoluogo della Brianza, è la Villa Reale, con i suoi splendidi giardini e il vastissimo parco. Il palazzo venne realizzato a partire dal 1777, in soli tre anni su progetto dell'architetto Piermarini, per Ferdinando d'Austria, governatore del Lombardo Veneto, figlio dell'imperatrice Maria Teresa. La lussuosa dimora ospitò governanti austriaci e francesi in epoca napoleonica, fino a divenire residenza di casa Savoia negli ultimi decenni del XVIII secolo.
La struttura ricalca in forme neoclassiche il tipico schema delle ville di delizia, a corpo centrale con ali laterali simmetriche. Immersa nei suoi giardini reali, la villa è attorniata poi dal Parco di Monza, di ben 685 ettari, contenente il famoso autodromo e la Villa Mirabello. Costruita a partire dal 1656, su progetto dell'architetto Gerolamo Quadrio, la villa rappresenta l'edificio più antico del parco.
Spostandosi a Sud si entra nel centro storico della città. In piazza Roma si può ammirare l'antico palazzo comunale dell'Arengario, costruito nel XIII secolo con fattezze che incontrano lo stile Gotico e una torre campanaria edificata poi nel secolo seguente. A poca distanza si erge il celebre Duomo, di origine longobarda. La basilica attuale, in forme gotiche, è stata realizzata a partire dal maggio del 1300 e presenta in facciata un protiro sovrastato da un ampio rosone a sedici antelle inquadrato in una cornice riccamente scolpita. A lato della chiesa, in via Lambro ha sede il Museo e Tesoro del Duomo di Monza; il percorso articolato su più livelli inizia dalla cappella che ospita le spoglie della regina Teodolinda e la famosa Corona Ferrea, il diadema con cui vennero incoronati Re ed Imperatori, tra i quali Carlomagno, Federico Barbarossa, Carlo V di Spagna e Napoleone Bonaparte. L'esposizione di opere longobarde è ricchissima, così come quella relativa ai Visconti. Il Museo si sviluppa cronologicamente fino ai giorni nostri, con anche una parte della collezione dedicata all'arte contemporanea. Tornando verso Nord merita una visita la chiesa di Santa Maria del Carrobiolo, fondata nel XIII sec. ma rinnovata a partire dal 1573. Proseguendo ancora nella stessa direzione, si giunge al santuario di Sannta Maria delle Grazie, complesso quattrocentesco, meta di pellegrinaggi, sorto presso l'antica strada per Lecco, sulla riva sinistra del fiume Lambro.

Informazioni

Comune: Monza

Nei dintorni (in linea d'aria)