ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Pavia, Piazza della Vittoria

Visita virtualeVisita virtuale
MappaPavia, Piazza della Vittoria

La “Piazza Grande”, come è chiamata popolarmente, venne aperta nella seconda metà del Trecento nel corso di una risistemazione urbanistica voluta dai Visconti.
Chiusa dal broletto, edificio sede delle rappresentanze e dell’amministrazione dell’istituto comunale a partire dal 1164, presenta una parte duecentesca e una rinascimentale evidente nello scalone e nel doppio ordine di loggette.
Il palazzo, costituito da diversi corpi di fabbrica aggiunti e modificati nel tempo, si contraddistingue per il consueto impianto lombardo a blocco rettangolare, aperto inferiormente e costituito da un unico grande salone al primo piano.
Sono pesanti manomissioni l’aggiunta del secondo piano (ad uso di carceri), e le trasformazioni interne ed esterne del 1872, che lo videro trasformato in scuola.
Il palazzo su Piazza Grande assomma l’edificio duecentesco ed ampliamenti successivi sull’area dell’antico palazzo vescovile, al quale appartiene la finestra bifora portata alla luce dai restauri del 1928.
All’estesa fronte si addossano la Loggetta Rinascimentale e lo scalone sovrastato dall’orologio.

Informazioni

Comune: Pavia

Nei dintorni (in linea d'aria)