ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Chiavenna

MappaChiavenna

L’antica “Clavenna” romana, alla confluenza delle strade dei Passi Spluga e Maloja, conserva un centro storico ricco di splendidi palazzi e di tesori artistici quali la collegiata di S. Lorenzo, che al suo interno custodisce il Museo del Tesoro e “La Pace”, e il Mulino di Bottonera. Nelle vicinanze è il Palazzo Vertemate Franchi, splendida dimora del periodo rinascimentale.
Circondata da alte vette e immersa in una natura intatta e rigogliosa, offre una cucina genuina e ricca di tradizione da degustare nei numerosi ristoranti e crotti: cantine naturali formatesi dall’addossarsi di macigni che si sono staccati dai fianchi della montagna in epoca preistorica. Tra gli spiragli di questi massi soffia una corrente d’aria detta “sorèl” che mantiene una temperatura costante durante tutto l’anno e ne fa luoghi ideali per la stagionatura dei formaggi, dei salumi e dei vini. I crotti, spesso attrezzati all’esterno con panche e tavoli di sasso e all’interno con una piccola saletta, sono per i chiavennaschi punto d’incontro e di tradizione.
Simboli della tradizione gastronomica: la “brisàola”, già nota in Valchiavenna dal 1456, e il violino di capra che ancor oggi vengono prodotti artigianalmente con ricetta tradizionale; i formaggi “di latteria” e “d’alpe” che danno profumi e sapori inconfondibili a molte ricette locali; i vini della tradizione valtellinese dal gusto forte e ricercato e di alta qualità; i dolci, i biscotti di Chiavenna, semplici e genuini, la torta fioretto, che prende il nome dai fiori sminuzzati di finocchio selvatico, i “biscotìn de Próst” secondo ricetta antica e segreta.

Informazioni

Comune: Chiavenna

Nei dintorni (in linea d'aria)

Galleria