ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Sondrio, Collegiata dei Santi Gervasio e Protasio

MappaSondrio, Collegiata dei Santi Gervasio e Protasio

La chiesa, gia' esistente nel sec. XII, e' sicuramente una delle piu' antiche della Valtellina.
Venne piu' volte rimaneggiata e ampliata finche' nel XVIII secolo fu riedificata su disegno di Pietro Ligari (1686 - 1752), artista valtellinese capostipite di una famiglia di pittori legati alla loro terra d'origine, ma aperti culturalmente e attivi anche fuori della valle.
La facciata, rifatta in stile neoclassico nel 1838 da Giuseppe Sertoli,ingegnere sondriese, reca nella lunetta sopra il portale un affresco di Antonio Caimi raffigurante una "Madonna con Bambino e santi Gervasio e Protasio", protettori della citta'.
Sul fianco si leva isolata la massiccia torre campanaria.
L'interno e' a una navata, adorna nella volta di un affresco di Giovanni Gavazzeni rappresentante l'"Assunzione della Vergine".
Vi si conservano dipinti di notevole interesse artistico di Pietro Ligari tra i quali, al pilastro tra la prima e la seconda cappella di destra, "Madonna del Rosario col Bambino e santi" (1738) e, di contro,"Miracolo di S. Gregorio Magno" (1720), considerato uno dei capolavori del pittore.
Al pilastro tra la seconda e la terza cappella di destra "Transito di S.Giuseppe" del pittore settecentesco G. Petrini (1755).
Nei transetti, due gigantesche tele con il "Martirio dei SS. Gervasio e Protasio" e "Trasporto delle loro reliquie", di G. Parravicino.
Gli imponenti altari laterali furono disegnati da P. Ligari e realizzati con marmi preziosi da Carlo Buzzi (XVIII sec.).

Informazioni

Comune: Sondrio
CAP: 23100

Nei dintorni (in linea d'aria)