ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Angera, Rocca

MappaAngera, Rocca

La rocca fu edificata tra il XIII ed il XVI sec., in posizione strategica, per il controllo dei traffici commerciali via lago. L’antico maniero fu un possedimento dell'arcivescovado di Milano e poi dei Visconti, che la ampliarono. Nel 1449, passò ai potenti Borromeo, che estesero il loro dominio su tutto il lago Maggiore. Nell'800 la funzione difensiva della rocca diminuì in quanto le truppe francesi demolirono le fortificazioni poste sulla riva opposta del lago. La rocca si compone dei seguenti edifici: il Palazzetto Scaligero, d'origine duecentesca, voluto da Bernabò Visconti in onore della moglie, Regina della Scala (1370 circa); conserva tracce di antichi affreschi. Il Palazzo Visconteo, secc. XIII-XIV, fu voluto da Ottone Visconti. Si presenta con una facciata merlata composta da grossi blocchi in pietra di Angera, alleggerita da monofore e bifore. L’ala borromea, adiacente il Palazzo Visconteo è preceduta da un porticato a tre arcate. Dalla sala della Giustizia si accede alla Torre Castellana che rappresentano la sintesi architettonica tra il Medioevo e l'epoca tre-quattrocentesca. Questi edifici racchiudono un ampio cortile diviso in due parti da un muretto, il Belvedere ed il Cortile Nobile, contornato da un porticato ad archi acuti. Fra le opere importanti raccolte poste all’interno della Rocca, molto interessante è la collezione lapidaria romana, sotto le arcate antistanti l'Ala borromea; gli affreschi della Sala di Giustizia, ciclo pittorico del sec. XIV, uno dei piu' antichi e preziosi esempi di pittura profana in Lombardia e gli affreschi quattrocenteschi del salone dell'ala borromea, tra cui si segnala la "Raccolta delle melograne"; Torchio da vino del '600.

Informazioni

Epoca/stile: sec. XII e XIII
Indirizzo: via alla Rocca
Comune: Angera

Nei dintorni (in linea d'aria)

Galleria