ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Chiesa di San Giorgio martire

Visita virtualeVisita virtuale
MappaChiesa di San Giorgio martire

La chiesa principale del paese è la chiesa di San Giorgio martire. La sua data di fondazione risulta essere l'anno 1584, come riportato dalla lapide che si trova murata sulla facciata della chiesa. Invece, da carte ricercate, notizie di una chiesa dedicata a San Giorgio si trovano intorno all'anno 1300.
In questa chiesa si era il tumulo del paese, insieme ai tumuli nobiliari della famiglia Vendettini (vedi dopo), alla famiglia Camposecco ed ad altre singole tombe.
All'interno vi sono vari altari tra cui la cappella dei Vendettini. Il quadro della Madonna del Rosario ha valore artistico essendo stato dipinto dal pittore Alessandro Gauli, detto il Baciccia.
Internamente la chiesa è stata rifatta e affrescata eliminando i resti della chiesa edificata nel 1584 della quale ne rimangono dei dipinti superstiti. Fautori di questa restaurazione sono stati la baronessa Agnese Maccafani ed il parroco don Antonio Tittoni: alla baronessa si deve l'ampliamento della chiesa verso la parte sinistra in quanto la vecchia chiesa, quella edificata nel 1584, aveva a sinistra solo la cappella della Madonna del Rosario; nel 1887 la baronessa fece spostare gli altari di suddetta parte e creò una lunga navata. In occasione fu posta una targa ricordo per la restaurazione del 1887 da parte della baronessa Agnese Maccafani. Al parroco don Felice Balla si deve l'altare maggiore che fece rifare più avanti rispetto all'antico altare. Al parroco Tittoni si deve il quadro di San Giorgio.
La chiesa è sede della locale Confraternita del SS Rosario.

Testo di Massimo Basilici

Nei dintorni (in linea d'aria)