ENGLISH VERSIONVAI ALLA MAPPAGUIDAPUNTI DI INTERESSE

Palazzo Vendetti

Visita virtualeVisita virtuale
MappaPalazzo Vendetti

Un famiglia di Pereto da non dimenticare è la famiglia dei Vendetti o Vendettini.
Di questa famiglia si conosce poco a Pereto in quanto si è estinto questo ramo nobiliare intorno alla metà del XIX secolo. Attualmente si sta conducendo una ricerca che ha già portato alla luce diverse informazioni che saranno oggetto di pubblicazione. Qui vengono anticipiate alcune delle notizie più significative.
Alcune lapidi funebri della famiglia si trovano in chiese di romane. Diverse carte che raccontano le gesta dei Vendettini si trovano in alcuni archivi romani, carte che manifestano il loro stato nobiliare e la loro forte attività all’interno della città di Roma.
Diverse informazioni sono state recuperate dall’archivio parrocchiale di san Giorgio martire, informazioni che hanno permesso di ricostruire l’albero genealogico di questa famiglia. Da segnalare, che durate questa analisi dei Libri parrocchiali, sono stati ricostruiti anche altri alberi genealogici di altre famiglie di Pereto, ed in particolare sono state ricavate delle informazioni sul paese.
Per ritornare a parlare dei Vendettini, si segnala in particolare Frate Anton Angelo, sulla cui data di nascita e sulla data di morte non abbiamo delle notizie certe, ma quello che si ha con certezza è la nomina nell’anno 1405 a Ministro generale dell’OFM e lo sarà fino all’anno 1420. Nell’ordine dei Frati Minori viene considerato uno dei personaggi di spicco data la sua attività apostolica.
Sempre a questa famiglia appartiene Antonio Vendettini (1704-1781). Nato e morto a Pereto. Conte, nobile romano, autore di ricerche sulla nobiltà romana, amante dell’archeologia. Le lapidi ritrovate nel territorio di Pereto, lapidi sopra descritte, furono fatte trasportare dal loro luogo di origine, la pianura di Pereto, ai musei Vaticani, dal conte Antonio. Altro personaggio da segnalare della famiglia, figlio dell’Antonio sopra riportato, è Giuseppe Vendettini (1741-1792) Nato a Pereto e morto in Roma all’età di 54 anni, sepolto nella chiesa dei ss Apostoli in Roma nel proprio tumulo gentilizio. Arcade, magistrato romano e scrittore.
Altre famiglie di Pereto, in tono minore, hanno portato portato lustro al paese:per brevità di trattazione non vengono fornite notizie.


Testo di Massimo Basilici

Nei dintorni (in linea d'aria)

Galleria